Salute e benessere

Raggiungi il benessere ottimale: scopri l’Importanza della Vitamina D e i segreti per prevenirne le carenze!

L’importanza della Vitamina B per il tuo organismo: tutti i benefici di questa incredibile risorsa ed i segreti per prevenirne la carenza


L’assunzione, attraverso cibi ma non solo, di vitamine essenziali a garantire il benessere ottimale del nostro organismo è fondamentale. Attraverso le Vitamine del gruppo A, quelle del gruppo B ma in particolare della Vitamina D, il nostro organismo trae pieno sostentamento per garantire al meglio tutte quelle funzioni vitali essenziali e non. Parliamo in particolare della Vitamina D. Questa come sappiamo viene principalmente sintetizzata dal nostro organismo attraverso l’esposizione ai raggi solari.

La sua scoperta risale al 1919. Gli innumerevoli benefici che questa è in grado di apportare al nostro organismo fanno sì che la Vitamina D risulti ad oggi essenziale per il suo buon funzionamento. Tuttavia, come appena detto, la vitamina d viene sintetizzata dal nostro organismo attraverso una ‘reazione’ prodotta dall’esposizione del nostro corpo ai raggi UVB. Nel pieno della stagione estiva abbiamo forse fatto il pieno di Vitamina D, ma come prevenirne una carenza durante tutto l’anno? Scopriamolo insieme.

Gli innumerevoli benefici della Vitamina D sull’organismo e come prevenirne un deficit

Fondamentale per la salute delle ossa e del sistema nervoso, protegge da ictus ed infarto, la vitamina D è di sicuro un’alleata essenziale per la nostra salute. Ma come riconoscerne una carenza?

Dolore alle ossa, debolezza muscolare, sudorazione delle mani, eccessiva stanchezza fisica, possono essere solamente alcune delle avvisaglie in grado di segnalarci un deficit di Vitamina D nell’organismo. In primis parliamo di un deficit nelle funzionalità muscolari. Debolezza muscolare, osteoporosi, problemi alle articolazioni, perdita della coordinazione muscolare. Cosa provoca una carenza di questa fonte essenziale?

vitamina d
Vitamina D, cosa mangiare (biopianeta.it)
  • A determinare una carenza di Vitamina D non è però la sola scarsa esposizione ai raggi solari. La sindrome del colon irritabile o, malattie croniche dell’intestino (come il morbo di Chron) possono ahimè determinarne una carenza
  • Anche il fattore età potrebbe incidere. Di fatti, le persone anziane non solo tendono a trascorrere sempre più tempo in ambienti al chiuso ma il loro organismo tende fisiologicamente a produrne quantità minori, parliamo di circa il 30% in meno rispetto a fasce d’età più giovani
  • Abbassamento del tono dell’umore: l’esposizione ai raggi solari facilità la produzione di serotonina, l’ormone della felicità. Si potrebbe pertanto pensare che una carenza di vitamina D, produca ahimè una diminuzione dei livelli di serotonina e quindi induca il nostro umore a colare a picco

Prevenire una carenza di Vitamina D

Non solo l’esposizione ai raggi solari. Possiamo prevenire un’insufficienza di Vitamina D anche a tavola. Ma quali alimenti mangiare nello specifico? Parliamo in particolare del pesce azzurro e gli oli che ne contiene, come salmone, pesce spada e tonno, o anche il tuorlo d’uovo ed in parte i latticini.

Dopo aver eseguito un esame del sangue, sarebbe opportuno sottoporne l’esito al consulto del nostro medico di base che saprà indicarci la migliore strada per aumentare i livelli di Vitamina D nel nostro organismo, o in alcuni casi prevenirne una carenza.

Back to top button
Privacy