Curiosità

Cheratopigmentazione, quanto fa male la chirurgia che ti cambia il colore degli occhi

Occhi azzurri, verdi, marroni o color miele. La promessa della cheratopigmentazione è di ottenere lo sguardo che hai sempre sognato.


Il sogno di molte persone, soprattutto quelle che lavorano nel campo della moda o sui social, è di cambiare il colore degli occhi. Oggi, quella che fino a poco tempo fa sembrava una cosa impossibile, è diventata realtà.

cheratopigmentazione: di cosa si tratta
Cheratopigmentazione-BioPianeta.it

La tecnica che permette di trasformare il colore dell’iride, trasformandolo in un intenso azzurro o verde, è conosciuta con il nome di cheratopigmentazione. Si tratta di una procedura innovativa e piuttosto recente che conta già migliaia di pazienti.

Scopriamo di più su quest’opportunità e come viene eseguita la tecnica della cheratopigmentazione.

Cheratopigmentazione: tutto quello che devi sapere su questa tecnica innovativa

È stato un oculista di Strasburgo, il dottor Ferrari, a inventare una nuova tecnica. Consiste nell’introdurre un pigmento colorato nella cornea.

In 7 anni, questo specialista ha operato circa 400 persone. Un’operazione rapida ed immediata. Prima di ogni intervento, l’oculista controlla gli occhi del paziente, lo stato della cornea e il suo spessore, per verificare che l’intervento sia possibile.

Per poter introdurre il colore nell’occhio del paziente, il medico crea una cavità circolare nella cornea in anestesia locale utilizzando un laser su entrambi gli occhi. Quindi prepara l’ingrediente principale della sua tecnica: un colorante a base di pigmenti organici approvati per il loro utilizzo nella cornea.

cheratopigmentazione: cos'è questa nuova tecnica
Tecnica per cambiare il colore degli occhi – BioPianeta.it

Infine, utilizzando strumenti molto precisi, apre un tunnel nella cornea del paziente e introduce gradualmente la giusta dose di colorante a seconda dell’intensità desiderata. Dopo 45 minuti l’operazione è completata.

Il paziente dovrà indossare gocce antibiotiche e occhiali da sole per alcuni giorni, ma alla fine della procedura potrà scoprire il suo nuovo aspetto.

Secondo l’oftalmologo, dei 400 pazienti da lui operati, nessuno ha avuto effetti avversi gravi. “Il primo intervento è avvenuto nel dicembre del 2013, che ci dà 6 anni e 3 mesi di senno di poi e come effetti collaterali, sono gli stessi effetti collaterali che troviamo nella chirurgia refrattiva, cioè secchezza oculare e bagliore temporaneo che poi scompare”, spiega il dottor Ferrari.

Per quanto riguarda i rischi a lungo termine, non sono stati ancora osservati effetti collaterali gravi, questa tecnica è tutt’altro che esente da rischi.

I rappresentanti degli oftalmologi temono i pericoli a lungo termine. Ma per il momento i dati scientifici non fanno riferimento a questo tipi di rischio. Ad ogni intervento segue una visita di controllo dal medico e se il colore sbiadisce sono possibili dei ritocchi dopo 6 mesi. Il costo dell’operazione è di circa 7.200 euro.

Back to top button
Privacy