Salute e benessere

Capelli disastrosi dopo le vacanze: questa è la strategia da mettere in atto per rigenerarli

Capelli danneggiati dopo le vacanze? Niente paura, ecco come rigenerarli con questa strategia infallibile


Nuotare in mare o in piscina è consigliato dagli esperti per tonificare i muscoli, così come per contrastare i cuscinetti della cellulite, ma attenzione ai capelli. Sia che si tratti di acqua salata che di piscina, la chioma purtroppo in estate subisce un duro colpo.

I capelli si disidratano, seccano e arrivano anche a spezzarsi. Per non parlare anche dei danni causati dal sole. Adesso che l’estate è finita, è bene ricominciare a prendersi cura dei propri capelli. Se, dunque, avete trascorso le vacanze al mare o in piscina e adesso vi ritrovate una chioma spenta, ecco cosa dovete fare per rigenerarla.

Capelli danneggiati dopo le vacanze, ecco come rigenerarli: i rimedi degli esperti

Dopo un’estate di grande divertimento, i capelli avranno accusato un duro colpo, ma uno dei più grandi esperti, Antonia Mastromauro, titolare del Salone Mastromauro Hair & Beauty Milano ha dato dei consigli su come agire per ripristinarli.

Capelli disastrosi dopo le vacanze: questa è la strategia da mettere in atto
cFai ritornare a splendere i tuoi capelli – Biopianeta.it

Sicuramente una buona idratazione è la base di tutto. Sarebbe il caso di fare un po’ di detox da phon, piastra, ferro, tutti attrezzi il cui calore potrebbe andare ad aggredire ulteriormente i capelli. Bastano due settimane di stop. Utilizzate un detergente delicato anti aridità meglio che in crema e light per idratare e per lenire. Evitate gli shampoo che fanno tanta schiuma.

Dopo la detersione, sì a una hair mask, da fare a cadenza bi-settimanale nella fase di immediato rientro dalle vacanze al mare, lasciandola in posa almeno 15 minuti”. Queste ancora le parole di Mastromauro, la quale consiglia di scegliere delle formule contenenti oli vegetali nutrienti e ristrutturanti a cominciare da quello di monoi a finire a quello di cocco, argan, e semi di lino.

Quando ci si reca dal proprio parrucchiere di fiducia bisogna chiedere un impacco ricostituente adatto ovviamente alla tipologia capillare. Qursto impacco va fatto una volta al mese, e aiuterà a riparare i danni del sole oltre che del mare. Se i capelli sono sfibrati è bene utilizzare dei prodotti a base di acido ialuronico e proteine, che possono andare a ricostruire la struttura del capello, idratando e rimpolpando la chioma. Anche l’acqua del risciacquo deve essere mantenuta su una media temperatura, ne troppo freddo ne troppo caldo, anzi tendente al freddo piuttosto che al caldo.

Back to top button
Privacy