Salute e benessere

Attenzione quando fai le pulizie di casa, ti stanno uccidendo: lo studio

Alcuni prodotti per la casa contengono sostanze indesiderate che possono essere dannose per l’ambiente e la salute della famiglia, degli animali domestici e delle piante.


Quando pulisci la tua casa, vuoi essere sicuro di utilizzare prodotti domestici efficaci. Ma bisogna stare attenti alla tossicità di alcuni componenti. Secondo uno studio dell’IARC (Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro), “il 91% dei prodotti testati in uno studio sui prodotti per la casa emettono formaldeide, un cancerogeno accertato per l’uomo”.

L’elenco dei prodotti domestici tossici è lungo e comprende prodotti comunemente utilizzati nelle case. Ecco alcuni esempi:

  • Detergenti per forni e griglie, con emissione di sostanze inquinanti nell’aria.
  • Pulitori di tappeti.
  • Detersivo per piatti con detergenti allergenici.
  • Detersivi liquidi, con profumi allergenici e conservanti.
  • Prodotti per lavastoviglie con fosfati.
  • Detergenti per il bagno.
  • Gli spray igienizzanti, deodoranti o anti acaro causano un forte inquinamento dell’aria indoor.
  • Candeggina, con una composizione chimica molto potente e agenti sbiancanti.
  • Detergenti multiuso, spesso contenenti interferenti endocrini.
  • Prodotti per la pulizia dei vetri: con ammoniaca.

Attenzione quando fai le pulizia in casa: alcuni detersivi sono tossici

Questi detergenti industriali spesso contengono sostanze chimiche dannose come cloro, fosfati, candeggina, ammoniaca, conservanti, composti organici volatili (COV), fragranze chimiche, biocidi, tensioattivi sintetici, parabeni e persino interferenti endocrini. Possono quindi essere tossici per l’ambiente domestico e per la salute. I prodotti domestici tossici possono avere un impatto negativo sull’ambiente della tua casa, comprese le piante, gli animali domestici e i bambini.

L'uso di prodotti chimici per la pulizia accentua l'inquinamento interno
Limitare l’uso di prodotti domestici tossici – BioPianeta.it

Secondo l’ADEME (Agenzia per la Transizione Ecologica), l’aria all’interno delle nostre case è da 5 a 7 volte più inquinata di quella esterna e contiene più di 900 sostanze chimiche. L’uso di prodotti chimici per la pulizia accentua l’inquinamento interno. Questo perché i componenti chimici, invisibili a occhio nudo, entrano nell’aria e vengono inalati dai residenti, provocando mal di testa, nausea, problemi respiratori, allergie e irritazioni della pelle.

Le sostanze chimiche possono anche essere assorbite attraverso la pelle o ingerite accidentalmente, il che può essere molto pericoloso. Non solo influiscono sull’ambiente della tua casa, ma vengono poi gettati negli scarichi o gettati nelle discariche, contaminando le fonti d’acqua circostanti.

Fortunatamente, esistono diversi modi per limitare l’uso di prodotti domestici tossici in casa. Ecco alcune idee:

  • Utilizzare prodotti per la pulizia naturali come aceto bianco, bicarbonato di sodio e limone.
  • Leggere le etichette quando si acquistano prodotti per la pulizia, per assicurarsi che non contengano sostanze chimiche nocive e imparare a leggere i pittogrammi (tossico, irritante, ecc.).
  • Evita prodotti con forti odori artificiali che spesso contengono sostanze chimiche dannose. Optare per detergenti con odori naturali o inodori.
Back to top button
Privacy