Salute e benessere

Allarme peste suina africana in Italia: abbattuti tutti i maiali in questo allevamento

In Italia c’è un nuovo allarme per la salute degli italiani: in un allevamento di maiali è stata identificata la peste suina.


Nella storia dell’umanità ci sono state tantissime malattie e virus che hanno letteralmente decimato la popolazione mondiale. Infatti, una delle pesti più mortali della storia fu la peste di Giustiniano, avvenuta nel VI secolo d.C. Per la precisione, questa malattia infettiva fu provocata da un batterio che attaccò i topi e le marmotte e, successivamente, arrivò agli esseri umani mediante le pulci e i pidocchi.

Chiaramente, in quell’epoca non essendoci delle cure adeguate la peste sterminò l’80-100% dei contagiati. In totale, si pensa che abbia ucciso 15-100 milioni di persone. Inoltre, gli storici affermano che questa potentissima peste possa essere rimasta in attività fino al 750, soprattutto nell’area del Mediterraneo.

La peste suina africana è giunta in Italia

Purtroppo la peste suina si è presentata sul territorio italiano, precisamente in un allevamento di suini in Lombardia, nella provincia di Pavia. Ciò che spaventa maggiormente è il fatto che sia un allevamento commerciale: tutto è iniziato agli inizi di agosto, quando gli allevatori hanno notato delle morti anomale di maiali. Dopodiché, sono stati chiamati i Nas per effettuare i vari controlli e cominciare le indagini e, soprattutto, per capire se gli animali avessero mangiato qualcosa di sospetto. Ad ogni modo, le analisi hanno dimostrato la presenza della temibile peste suina africana, perciò si sono immediatamente attivate le misure previste dal protocollo, le quali prevedono anche l’abbattimento degli animali infetti.

allarme peste suina africana
Cinghiali in italia – biopianeta.it

Inoltre, si sta cercando di capire la provenienza di questa peste, e per quale motivi sia arrivata proprio in questo allevamento, nonostante tutte le protezioni installate dagli allevatori. Infatti, un buon allevatore dovrebbe inserire delle reti protettive per isolare i maiali dagli altri animali del luogo, come ad esempio i cinghiali. Per quanto riguarda la peste suina, si tratta di una malattia infettiva causata da dei batteri, i quali possono portare gravi conseguenze soprattutto ai maiali e ai cinghiali. Tuttavia, secondo gli esperti gli esseri umani non rischierebbero di prenderla neanche se assaggiassero la carne infetta.

In più, le autorità competenti hanno escluso che ci possa essere stato un contato diretto tra i maiali e i cinghiali. Pertanto, la preoccupazione è altissima per gli allevatori, poiché la presenza di un virus comporta la chiusure delle attività, soprattutto le esportazioni all’estero. Purtroppo, non è il primo caso in Italia di peste suina africana, poiché 16 mesi fa è stato trovato un cinghiale morto in Liguria, proprio a causa di questa malattia infettiva. E non solo: fino ad oggi sono stati identificati più di 1.000 cinghiali morti per la peste suina.

Back to top button
Privacy