Ambiente

Strano avvistamento in Puglia, era vicino alla spiaggia: la foto è diventata virale

Un avvistamento speciale, un qualcosa di così raro da lasciare tutti senza fiato e le foto dell’incredibile momento hanno fatto il giro del web


Complice la bella stagione il tempo che trascorriamo all’aria aperta e soprattutto al mare, aumenta. Più usciamo dalle nostre case e ci immergiamo nella natura più la possibilità di fare incontri speciali si alza ed è esattamente quello che è successo ad alcuni residenti e turisti che si trovavano in Puglia, precisamente a Santa Maria di Leuca.

Un avvistamento speciale, molto raro e soprattutto emozionante per tutti che, grazie ai telefonini, è stato immortalato e condiviso facendo scattare anche un po’ di invidia da parte di chi non si trovava in quel luogo e non ha potuto vivere in prima persona questa grande emozione. Ma di cosa stiamo parlando?

Avvistato un animale così speciale e raro da lasciare tutti senza fiato

Durante i mesi estivi capita spesso di leggere di avvistamenti particolari in giro. Dagli orsi in montagna, passando per spaventosi squali che sembrano avvicinarsi alla costa, finendo anche con l’individuazione di specie aliene come il granchio blu. Questa volta però l’avvistamento è stato ancora più speciale perché al centro c’è un animale, ma non uno comune: uno che si pensava non sarebbe più tornato.

Foca monaca nel mare pugliese
Una foca monaca avvistata a Santa Maria di Leuca – Biopianeta.it

Residenti e turisti di Santa Maria di Leuca, mentre si godevano una tranquilla giornata al mare e in barca, hanno notato degli schizzi e una presenza particolare tra i flutti. Quello che in prima battuta poteva sembrare un delfino, aguzzando la vista, si è presentato per quel che era veramente: una foca monaca.

Questo animale, solitamente molto schivo e famoso per fare di tutto per non farsi vedere, ha iniziato a giocare con le imbarcazioni dando così il tempo ai presenti di immortalare la scena. Un momento magico ed emozionante, ma soprattutto emblematico per i ricercatori. La foca monaca, infatti, in passato popolava il Mar Mediterraneo salvo poi, lentamente, sparire. Il motivo pare sia da ricercarsi in un aumento del traffico navale e una distruzione del suo habitat così delicato. Si stima che oggi nel mondo ci siano solo circa 100 esemplari di questo animale e sapere che alcuni di essi si trovano così bene anche in Puglia è molto importante.

I ricercatori hanno quindi installato delle apparecchiature di foto-cattura per immortalare questo animale e, si spera, anche altri suoi simili, in alcune zone strategiche dell’area come la Grotta degli Innamorati. La speranza è che qui la foca trovi un habitat confortevole oltre che ricco di biodiversità e lo trasformi nella sua nuova casa. Se così fosse, ovviamente, scienziati e ricercatori stanno già organizzando dei gruppi di lavoro per rendere la zona protetta e perfetta proprio per far sì che questo animale torni a riprodursi e ad aumentare la sua popolazione.

Back to top button
Privacy