Curiosità

“Il reggiseno lo puoi usare così…” La nuova moda che evita le multe

Recentemente è nata una nuova moda molto utile per evitare le multe: è sufficiente utilizzare il famoso reggiseno in modo diverso.


Il reggiseno è uno degli elementi di biancheria intima più utilizzati dal sesso femminile, non solo nell’attuale epoca ma anche nei secoli passati. Infatti, le prime donne che incominciarono ad usare un indumento che trattenesse le mammelle, furono le antiche donne greche. In modo particolare, c’era l’abitudine di indossare una specie di bikini, anche se alcune civiltà amavano mostrare una parte del seno, poiché era simbolo di fertilità e di procreazione.

Nell’antica Roma, invece, le donne utilizzavano delle fasce per coprire le mammelle in modo stretto, con lo scopo di rimpicciolirle il più possibile stringendole con forza. Tutto questo perché i romani consideravano comiche le donne prosperose, o con una forma del seno piuttosto evidente.

Il reggiseno utilizzato per evitare le multe

Nel Comune di Tramonti di Sopra, in Friuli Venezia Giulia è accaduto un episodio piuttosto inconsueto e imbarazzante: una donna si è tolta il reggiseno davanti agli agenti della Polizia Locale, proprio per evitare una multa. Ma come è possibile? Tutti conoscono la precisione e la severità dei vigili urbani del comando Cellina-Medusa, infatti durante le feste del Ferragosto hanno verbalizzato una serie di multe a causa dei tanti parcheggi irregolari. Inoltre, gli agenti compiono regolarmente dei controlli sui guinzagli per i cani, soprattutto sui 2 km di strada forestale, la quale comporta anche una passeggiata a piedi nelle vicinanze del torrente.

la nuova moda del reggiseno
Il reggiseno diventa guinzaglio – biopianeta.it

Recentemente i vigili, durante i vari controlli, hanno fermato alcune persone che provenivano da Mestre proprio per osservare le bellezze del territorio. Purtroppo alcune di loro, precisamente due donne, stavano passeggiando con il proprio cane senza guinzaglio, perciò gli agenti hanno ordinato loro di agganciare il guinzaglio al collare non solo per evitare una multa, ma anche per proteggere le altre persone che passeggiavano tranquillamente. Dopodiché, una delle due donne ha cominciato subito a rovistare nella propria borsa, ma non ha trovato nessuna attrezzatura per il cane. Poi, improvvisamente, si sono ricordate di averlo lasciato nelle vicinanze del parcheggio, dove hanno pagato 5 euro per parcheggiare l’automobile.

Chiaramente, la Polizia Locale gli ha concesso la possibilità di scegliere tra due opzioni: ritornare indietro a prendere l’attrezzatura per il cane, terminando così la gita nella valle perché il parcheggio era molto distante, oppure continuare il percorso pagando una multa. Sorprendentemente, una delle due donne sfodera la sua terza opzione, che nessun vigile avrebbe mai immaginato: si toglie il reggiseno e lo aggancia al collare del cane, facendolo diventare provvisoriamente un guinzaglio. Questa scena imbarazzante è avvenuta sotto gli occhi di tutti, soprattutto davanti agli increduli agenti. E non solo: le due donne hanno addirittura testato la loro invenzione tirando con veemenza il cane, per capire se il reggiseno potesse sopportare le sollecitazioni e diventare così un “reggicane”.

Back to top button
Privacy