Salute e benessere

Le creme solari a protezione alta non fanno abbronzare? Quello che devi sapere

Le creme per la protezione solare servono a salvarci da scottature e tumori della pelle, la loro importanza molte volte viene ignorata per fare spazio all’abbronzatura 


Negli anni il mito della pelle abbronzata ha creato tanti danni alla pelle. Case farmaceutiche e cosmesi hanno lottato nel tempo per cambiare l’immaginario e allarmare le persone sui danni dell’esposizione al sole senza una protezione sulla pelle. I nostri genitori si esponevano per ore e ore al Sole, mettendo oli sulla pelle per attirare di più i raggi.

I segni del tempo non hanno tardato ad arrivare: molte più rughe, macchie e tumori nei casi più gravi. Nel tempo la situazione è peggiorata perché nonostante i raggi del sole siano sempre stati dannosi, ad oggi i danni aumentano di gran lunga perché il buco nell’ozono e l’inquinamento hanno stravolto l’atmosfera, la Terra non ha più filtri solari e i raggi bruciano.

Come sappiamo, però, siamo dipendenti anche noi dalla luce solare, proprio come le piante. Ultimi studi hanno dimostrato che le carenze di Vitamina D sempre più presenti nella popolazione sono dovute anche alle troppe ore passate chiusi in ufficio, lontano dalla luce solare. Esporsi alla luce esterna non solo migliora la salute fisica, ma anche quella psicologica, con un calo dei sintomi legati alla depressione e all’ansia. Quindi è improprio dire che il sole fa male, o meglio, bisogna specificare bene il senso.

Il sole non fa male, ma l’esposizione diretta senza filtri è deleteria: la crema solare corre in soccorso

Il Sole fa male quando arriva diretto, soprattutto in estate e nelle ore di punta, ma vivere all’aperto fa solo che bene al nostro corpo. Considerando che non abbiamo più questo schermo che precedentemente difendeva la Terra dagli influssi dannosi del Sole, detto in parole semplici la nostra pelle riceve il buono e il cattivo ed è proprio per questo che necessita della protezione. I melanomi hanno avuto una crescita non indifferente negli ultimi 20 anni e la causa principale sembra essere proprio l’esposizione al sole.

Creme solari, sfatiamo i miti sull’abbronzatura
Creme solari, sfatiamo i miti sull’abbronzatura – biopianeta.it

La crema solare in questo caso arriva in soccorso. Con i filtri fisici e chimici presenti nelle creme possiamo stare tranquilli durante l’esposizione e si possono sfatare anche tutti i falsi miti raccontati in merito: la crema solare non blocca l’abbronzatura, anzi, aiuta la pelle a creare melatonina come risposta difensiva ai raggi del sole. Quindi no, la crema solare non vi ritarderà l’abbronzatura, semplicemente vi aiuterà a non scottarvi, quindi proteggerà la pelle dagli effetti negativi del Sole sul nostro corpo.

Claudia Manildo

Giornalista pubblicista e content editor, sono laureata all’Università di Siena in Comunicazione e all’Università di Parma in Giornalismo e Cultura Editoriale. Scrivere, oltre che un lavoro, è una missione quotidiana. Sono editor e correttore bozze freelance e nel tempo libero recensisco libri. Appassionata di sociologia e di interazione uomo-macchina, nel 2022 ho pubblicato il mio primo saggio per deComporre Edizioni.
Back to top button
Privacy