Bene o male siamo tutti in partenza per le vacanze. Chi ha già sfruttato le proprie ferie in questo momento sta rientrando nella routine quotidiana cittadina, strizzando l’occhio al calendario e al Ferragosto che sfortunatamente capita nel weekend.

Dopo alcuni mesi molto particolari, siamo finalmente arrivati ad agosto in una situazione abbastanza tranquilla. La pandemia non è ancora considerabile conclusa, ma il periodo più difficoltoso sembra essere definitivamente alle nostre spalle. La realtà difficilmente potrà tornare in breve tempo come quella che eravamo abituati a vivere in precedenza, ma la natura alcune cose non è intenzionata a cambiarle. Tra queste certamente va annoverata la “notte di San Lorenzo“, con le sue innumerevoli stelle cadenti.

Esprimi un desiderio

Ovviamente la reazione ad una visione del genere cambia di persona in persona, ma si tratta in ogni caso di qualcosa di piacevole. Oggi vogliamo aiutarvi a capire perché questo evento capita regolarmente in questo periodo e soprattutto quali sono le peculiarità della versione 2020.

--pubblicità--

Durante il suo moto di rivoluzione attorno al Sole, la Terra passa proprio in questo periodo nello sciame meteorico delle Perseidi. Questo è uno dei più grandi che esistano, generato dalla cometa 109P/Swift-Tuttle. Si pensi che il diametro è di circa 26 chilometri, più del doppio di quello che provocò l’estinzione dei dinosauri. Le “stelle cadenti” dunque sono provocate da alcuni di questi piccoli frammenti di roccia che si illuminano a contatto con la nostra atmosfera.

Per quanto riguarda il 2020, il momento più intenso sarà tra l’11 ed il 13 di agosto: gli esperti consigliano il momento che precede l’alba per un riscontro numerico migliore. Già in questi giorni però, alzando gli occhi al cielo, avrete occasione di vedere questo fantastico spettacolo e sperare che il vostro desiderio possa esaudirsi il prima possibile!