Quante volte vi è capitato di domandarvi che cosa volesse comunicare il vostro cane abbaiando in una certa maniera? È chiaro, con il passare degli anni, con i nostri cuccioli, impariamo a conoscerci a vicenda. Questo implica anche una serie di ricorrenze nei comportamenti ed appunto nel riconoscere un determinato tipo di suono.

La lingua animale però, qualunque essa sia, sarà impossibile da decifrare in maniera completa. Una vera e propria conversazione in senso stretto non potrà mai verificarsi. Per quanto riguarda il mondo della fauna, sappiamo che i pappagalli sono in grado di replicare il suono della voce umana. Anche in questo caso però si tratta di una mera emulazione, priva di consapevolezza.

Impossibile? Assolutamente no

L’uomo dunque in questo senso “parlerà” sempre esclusivamente con i suoi simili, il che fa abbastanza riflettere. Questo, in qualche maniera, potrebbe essere inteso come un difetto latente. Il fatto che la nostra specie presenti questo tipo di “difficoltà” però, non implica che ciò non sia possibile in natura.

--pubblicità--

Uno studio pubblicato sul sito del National Center for Biotechnology Information ci mette al corrente di una situazione abbastanza curiosa. Sembra infatti che le orche siano in grado di imparare la lingua dei delfini, in maniera da comunicare in maniera “cosciente” con essi.

L’esperimento ha messo in ballo dei fattori sociali, come quelli della convivenza costretta. Dopo un periodo del genere, la maggior parte delle orche prese in esame presentavano degli elementi del linguaggio mutuati dalla lingua dei delfini. Chiaramente non potremo mai essere certi in merito al “valore informativo” di questi suoni, che però qualche sospetto (in senso positivo) lo lasciano eccome.