In Italia la tradizione culinaria è davvero importante. In tutto lo stivale infatti esiste un quantitativo di ricette tipiche da far girare la testa. Ogni regione ha i suoi piatti tradizionali, e a seconda del periodo dell’anno in cui ci troviamo, queste cambiano.

Il fattore che rimane costante è assolutamente quello dell’altissima qualità delle proposte. Con tutto il rispetto per i paesi esteri, ci sentiamo di dire che a livello qualitativo l’Italia è superiore davvero a tutti. Febbraio è il mese più corto dell’anno, nonostante nel 2020 avrà un giorno in più del solito. Questo non significa che mancheranno le occasioni per festeggiare. In questo periodo infatti si celebra il carnevale. Esistono molti dolci tipici per questa festività, ma quello di cui vogliamo parlarvi oggi sono le castagnole alla ricotta.

Come preparare

Per la preparazione sarà necessario munirsi di 250g di ricotta, 160g di farina tipo “00”, 70g di zucchero, un uovo, qualche grammo di lievito in polvere, dello zucchero a velo, la scorza di due arance e mezzo litro di olio di semi di arachide.

--pubblicità--

Dopo aver lasciato scolare la ricotta dal suo liquido, ponetela in una boule. Aggiungete l’uovo e lo zucchero e cominciate a mescolare con molta forza. Quando il tutto sta cominciando ad addensarsi, aggiungete la scorza di limone, la farina ed il lievito. È molto importante che dosiate l’inserimento di questi ingredienti. Non tutti assieme, ma un po’ alla volta.

A questo punto dovreste avere la possibilità di formare delle piccole “polpette“, che adagerete su un piano a vostra scelta. Quando avete finito la preparazione di queste, mettete a scaldare l’olio, facendogli raggiungere la temperatura minima di 160°.

Friggete le castagnole 5 o 6 alla volta, in maniera da poter controllare bene la cottura (dovrebbe durare dai 3 ai 4 minuti massimo). Concluso questo processo, fatele scolare dall’olio in eccesso. Impiattate e guarnite con dello zucchero a velo.

Buon appetito!