Quante volte avete sentito che è sconsigliabile assumere carboidrati la sera? Da sempre i dietologi sconsigliano l’assunzione di questo genere di cibo durante il pasto serale poiché il nostro organismo avrà delle difficoltà ad incamerarle senza inficiare sulla nostra condizione fisica.

Piuttosto, gli esperti hanno sempre evidenziato come quella derivante dalla pasta e dal pane sia una nutrizione assolutamente necessaria per l’uomo. Il pranzo è da sempre stato consigliato come il pasto in cui assumere i carboidrati. In questa maniera si sfrutta la digestione pomeridiana e le attività fisiche per non compromettere il nostro fisico.

Negli ultimi tempi è stata pubblicata una ricerca che smentisce categoricamente tutte queste convinzioni. Vediamola nel dettaglio.

--pubblicità--

Aiuta a dormire e non fa ingrassare

Si, avete letto bene. Sembra infatti che la pasta ingerita a cena non faccia ingrassare. Viene smentita completamente dunque la teoria secondo cui è preferibile consumare la dose quotidiana di carboidrati durante il pranzo. Come se non bastasse, i risultati di questa ricerca dimostrano che una dose serale possa aiutare a combattere l’insonnia e lo stress.

Uno studio condotto da alcuni esperti del Brigham and Women Hospital di Boston smentisce quella che è stata la credenza di moltissime persone. I risultati, pubblicati sulla rivista scientifica “The Lancet Public Health” non lasciano spazio all’interpretazione. Grazie alla presenza del triptofano e delle vitamine del gruppo B, è possibile decretare che quella precedente fosse una credenza sbagliata.

Chissà che questo studio non possa cambiare le abitudini culinarie di moltissimi italiani. I dati dicono infatti che circa solo il 35% della nostra popolazione assume carboidrati a cena. In molti sostengono che, a causa degli impegni giornalieri, la cena sia un momento di riunione. E quale miglior alimento di una pastasciutta è capace di unirci?

Nel dubbio, buon appetito!