A Parigi sono stati installati degli alberi particolarissimi. Si, installati e non piantati. Si tratta infatti di “alberi” di acciaio, alti 11 metri, con una circonferenza pari circa a 8 metri.

Alberi di acciaio? Si. Ed anche le foglie sono finte. Si tratta di una costruzione inventata dalla società francese New Wind, leader nel settore delle energie rinnovabili. In questo caso si tratta di un oggetto dal design particolarissimo. Grazie alla sua forma ed ai colori realistici, è in grado di confondersi completamente tra alberi della stessa grandezza nel centro della capitale transalpina.

Ma come funzionano?

Il disegno è stato fatto appositamente per ridurre l’impatto visivo all’interno della città. Il funzionamento è molto semplice. All’interno delle “foglie” è presente una piccola turbina, in grado di cogliere anche la minima folata di vento. Grazie al movimento delle turbine presenti su ogni singola foglia, è possibile produrre un quantitativo importante di energia eolica. Naturalmente ogni fronda, a causa delle sue dimensioni realistiche, non può produrre troppa energia. Proprio per questo, su ogni “albero” sono presenti circa 70 foglie.

--pubblicità--

Queste sono in grado di cogliere folate di scarsissima forza, addirittura fino a 2 metri al secondo. La potenza massima che la New Wind ha previsto per la produzione giornaliera di uno di questi esemplari è di circa 3 kW. 

Se pensiamo che, grazie alla altissima sensibilità le foglie possono raccogliere praticamente qualunque tipo di folata, capiremo perché questa invenzione sarà davvero rivoluzionaria. In una città come Parigi, venti uguali o più forti di d metri al secondo avvengono circa 290 giorni l’anno. Inoltre, grazie alla durata presunta di 25 anni, questi alberi sembrano essere una soluzione pratica e realmente “green” da applicare ai centri cittadini.