Da sempre siamo alla ricerca della dieta perfetta, in grado di farci mangiare in maniera sostanziosa e di non mettere su qualche chilo. Da decenni tutti i nutrizionisti del mondo hanno tentato di convincerci che la loro idea fosse la migliore, proponendo le più disparate tesi riguardo il metabolismo umano.

Non si tratta di mangiare ad oltranza sperando di non ingrassare, ma semplicemente di avere degli accorgimenti giusti affinché si possa vivere bene con se stessi. Ciò che tutti vorrebbero sarebbe avere una sensazione di sazietà abbinata ad uno sguardo compiaciuto quando ci si riflette in uno specchio.

Tutto ciò non è semplice, ognuno ha un metabolismo fondamentalmente peculiare e sembra non esistere una soluzione univoca.

--pubblicità--

Svelato il segreto, è il sale

Grazie ad una ricerca svolta dalla gastroenterologa Robynne Chutkan, è apparso evidente che il problema fondamentale della nostra dieta è il quantitativo esagerato di sale nel cibo. Il medico giamaicano, grazie al suo studio svolto negli Stati Uniti, è arrivato a questa conclusione. Il limite di sale ingeribile in una giornata è stabilito in 1,5 mg. Dovremmo dunque tagliare dalla nostra dieta tutti gli snack che presentano una sapidità salina.

Inoltre la dottoressa Chutkan suggerisce una dieta a base di frutta e verdura. Quest’ultima andrebbe cotta al vapore per essere sfruttata al meglio dal nostro organismo. Parlando di fibre, ci invita a mangiare cibo di colore verde, che può solo aiutare il nostro metabolismo. Il tutto, naturalmente, utilizzando la minor quantità possibile di sale.

Non ci è dato sapere se questa dieta possa davvero funzionare, non resta dunque che metterla alla prova testandola su noi stessi. Un buon inizio, indubbiamente, potrebbe essere eliminare completamente il “Junk Food” dalle nostre abitudini culinarie.