WWF SUB: la community per salvare la biodiversità marina

0
846

Prossimamente, il 2 marzo 2019, si terrà a Bologna un evento organizzato da Wwf Italia a tutela della biodiversità marina. Durante questa manifestazione, verrà illustrato il programma da adottare quest’anno da parte della community S.U.B. (Save underwater biodiversity). La community del Wwf Italia, infatti, si impegnerà a salvaguardare i fondali marini con l’aiuto di subacquei e diving center.

I nostri mari sono sempre più invasi da residui di rifiuti, soprattutto plastici, che nel corso degli anni hanno contaminato ambiente e fauna. La nostra indifferenza sta uccidendo pian piano il nostro pianeta. Delfini e tartarughe intrappolati nelle reti da pesca, balene spiaggiate con kg di rifiuti nello stomaco, sono solo alcuni dei casi allarmanti. Per questo il Wwf ha deciso ancora una volta di intervenire, questa volta con l’aiuto di professionisti volontari.

Una nuova tutela dei mari italiani e del mediterraneo

Il Wwf Italia scende in campo ancora una volta in difesa del mare, habitat naturale di innumerevoli specie, e sempre più inquinato. L’obiettivo di questa campagna è coinvolgere il maggior numero di appassionati e professionisti dei fondali marini, per collaborare simultaneamente a ripulire gli inquinatissimi fondali. Saranno chiamati a dare il loro contributo anche i numerosi diving center sparpagliati sulle nostre coste, affinché si crei una fitta rete di cittadini impegnati in questa nobile causa. Un simile provvedimento è stato preso dal comune di Venezia, che collaborando con un’associazione ambientalista, ha commissionato a sub volontari di ripulire i canali dai rifiuti.

Quest’anno, il Wwf sarà impegnato anche nelle campagne “GenerAzione Mare” e Natura Plastic Free, che si sposano alla perfezione con le attività subacquee in programma. Queste, avranno inoltre, l’obiettivo di sensibilizzare le persone all’inquinamento da plastica che affligge i nostri mari. Sempre questo sabato, 2 marzo 2019, si celebrerà il World Wildlife Day, occasione per cui L’ONU dedicherà la giornata seguente alla tutela degli ambienti marini. Infine, data l’importanza di quest’evento, il Wwf S.U.B. rimarrà presso l’EUDI (European Dive Show), a Bologna, per tutta la durata della fiera.