Vivere green

Una rondine non farà primavera, ma questa pianta bellissima eccome! Curala così in vaso e vedrai che balcone meraviglioso

Vediamo come prenderci cura di una pianta molto bella e che fa tanto primavera: vedrai poi che balcone stupendo che avrai!


La primavera è nell’aria: tra pochissime settimane tornerà con il clima mite e le giornate si allungheranno ancora di più. In questa stagione poi puoi prenderti cura di una delle piante più belle. Questa pianta di cui ti parleremo è simbolo di purezza ed anche bellezza. È molto diffusa in giardino, ma anche sul balcone.

Se non si ha il pollice verde, prendersi cura di questa pianta può risultare un po’ difficile, ma grazie alle nostre indicazioni potremmo darti un grande aiuto. La pianta in questione è la calla: ha un bulbo sotterraneo dal quale si sviluppano le foglie, che possono verde brillante, verde scuro o screziate e avere forme diverse, ad esempio ovale o a cuore.

Ecco come prendersi cura di questa pianta davvero bellissima

Se anche tu ami le calle e non sai come prendertene cura, allora sei nel posto giusto. Questa pianta predilige il caldo ed il sole e non tollera le temperature rigide invernali. Per questo motivo, quando si sceglie la posizione dove deve essere posta dovrà essere soleggiata: i raggi solari dovranno raggiungerla almeno per un’ora al giorno. 

curare una calla
Come prendersi cura della calla – Biopianeta.it

La calla predilige gli ambienti umidi, cerca di annaffiarla con regolarità, ma senza eccedere con l’acqua: in questo modo si evitano che i bulbi marciscano. Ed è anche importante non bagnare le foglie ed i fiori, che tendono a rovinarsi.

Se hai il giardino puoi deciderla di piantarla a terra, altrimenti va benissimo anche in vaso: il tuo balcone farà invidia a tutti dopo che avranno visto la calla crescere in modo perfetto. Per far sì che questo succeda però dovrai stare attento al fatto che prenda i nutrimenti giusti: per questo motivo è bene somministrarle del concime liquido da diluire nell’acqua di irrigazione ogni quindici giorni durante il periodo della fioritura.

Presta molto attenzione a questo passaggio, in quanto le irrigazioni e le concimazioni dovranno essere effettuate solo quando farà i fiori e le foglie. Dovresti evitare in ogni caso i ristagni di acqua nei sottovasi. Quando i fiori si seccano e appassiscono devono essere eliminati, soprattutto per evitare il rischio di malattie a questa pianta. Inoltre, cerca di dare sempre alla tua calla coltivata in vaso un antiparassitario naturale: in questo modo si prevengono l’attacco di afidi, cocciniglia e altri parassiti.

Back to top button
Privacy