Sustainability Life

Spugna per piatti troppo vecchia? Non buttarla, ma usala così: resterai davvero di stucco

Che si lavino i piatti a mano o con la lavastoviglie, le spugnette lava piatti sono un must in ogni cucina che si rispetti: ecco dei trucchi.


Se c’è qualcosa di veramente insopportabile, è lavare i piatti con una spugnetta vecchia e troppo consumata. Dopo averla utilizzate per un certo tot di tempo, è naturale che si consumino, visto il continuo sfregamento e la continua esposizione all’acqua e al detersivo, che si sa alla lunga ne determinano la consumazione.

Ma che fine fanno le spugne usate? Solitamente una volta che una spugnetta troppo usata diventa vecchia e non più utilizzabile per fare le pulizie, viene buttata. Del resto, cosa si potrebbe mai fare con un pezzo di fibra di cellulosa? Anche solo a dirlo viene da chiedersi: ma che materiale è? E quindi difficile anche solo pensare a un utilizzo diverso della spugna per i piatti da quello che siamo abituati a conoscere.

La spugnetta vecchia può aiutare le piante a crescere meglio

Eppure la soluzione per riciclare la spugnetta esausta con cui abbiamo lavato i piatti fino a poco fa esiste: ed è anche un modo di rispettare la natura evitando di inquinare, e di aiutare la natura stessa a proliferare. Insomma, anche una spugnetta per i piatti esausta può avere una seconda vita.

Spugna vecchia per nutrire le piante in vaso
Le spugnette vecchie si possono usare per migliorare la vita delle piante – Biopianeta.it

E’ proprio così: le vecchie spugne e spugnette che hai usato fin troppo possono essere riutilizzate sulle piante che sono nella nostra casa. Lo dicono gli esperti di Simple & Fast, un canale YouTube dove si possono trovare consigli utili e divertenti su come utilizzare oggetti comuni in maniera alternativa.

Innanzitutto, prima di iniziare, immergere la spugna usata nel disinfettante per almeno un’ora per evitare di spargere lo sporco sulle piante. Una volta disinfettata, bisogna tagliare la spugna a cubetti per poterla usare al fine di migliorare il terreno delle piante. Il modo è molto semplice: bisogna spargere i cubetti sul terreno prima di posizionare la pianta.

Nel corso del tempo, i cubetti di spugna che sono inseriti all’interno del terreno assorbono gradualmente tutte le sostanze nutritive e l’umidità che sono necessarie per una buona qualità del terreno, favorendo la salute e la longevità della pianta. È un modo semplice per trattenere l’umidità e mantenere le piante idratate a lungo termine, soprattutto quando succede che per un giorno ci si dimentichi di innaffiarle e a quel punto, con questo rimedio, non ci saranno problemi di piante secche o disidratate.

Back to top button
Privacy