Sustainability Life

Puoi creare un piccolo orto in balcone se fai così: consigli utilissimi, tanta gioia e soddisfazione

Pensare ad un orto in balcone potrebbe sembrare un’impresa impossibile, per via dei piccoli spazi e anche dell’inesperienza: esiste però un modo per crearlo


In realtà sempre più persone stanno adottando questo metodo che offre tantissimi vantaggi e anche molta soddisfazione. Veder crescere le piantine che poi danno i loro frutti è un’emozione impagabile, e poi non dimentichiamoci il discorso “salute”.

Oggi le verdure che compriamo al supermercato sono provenienti da coltivazioni intensive, spesso effettuate fuori dall’Italia, e chissà con quali sostanze chimiche adottate per eliminare i parassiti. L’Europa, proprio di recente, ha prorogato i permessi per usare il Glifosato, un erbicida su cui da anni si effettuano studi, studi che hanno dimostrato i danni che può fare all’organismo.

Tra l’altro iniziare a fare un orto in autonomia porta anche a risparmiare; con l’inflazione attuale anche le verdure più semplici, che potrebbero avere un prezzo equo costano tantissimo e non è più tollerabile buttare via i soldi, letteralmente.

Orto in balcone, provaci è davvero facile e una volta iniziato non smetterai più

Non serve avere un pezzo di terra per cominciare a coltivare ortaggi. Con pochissime piantine si producono quantità assolutamente soddisfacenti per una famiglia media di 4 persone, e tra l’altro le piante più facili da coltivare sono quelle che abitualmente portiamo in tavola.

Parliamo di pomodori, lattuga o insalate in genere, peperoni, erba cipollina, melanzane e persino spinaci, e ovviamente tutte le erbe aromatiche come basilico, salvia e rosmarino. Possiamo acquistare le piantine nei vivai o negozi specializzati, ma con un pizzico di coraggio in più si può arrivare anche a produrre i semi in autonomia e ripiantarli l’anno dopo.

verdure adatte all'orto in balcone
Sono tante le verdure che crescono bene anche sul balcone – biopianeta.it

Ma cominciamo dalle basi: innanzitutto dobbiamo rendere il balcone un luogo adatto alla crescita delle piante. Fondamentale è che sia esposto al sole e che non sia esposto a venti forti. Dovremmo anche evitare di posizionare le piante vicino agli scarichi delle canne fumarie, della stufa o dei condizionatori, perché i getti caldi andrebbero a seccarle.

Poi non resta che sistemare dei vasi abbastanza capienti e che abbiano dei fori per drenare l’acqua. Anche il terriccio si trova facilmente nei supermercati. Bisogna ricordare che i pomodori hanno bisogno di una buona quantità di terra, mentre l’insalata si può coltivare in dei vasi anche poco profondi. Una volta piantate le piantine, non dovremo far altro che annaffiarle e curarle secondo le loro necessità. In rete si trovano tantissimi tutorial e anche semi di piante particolarmente resistenti.

Alcune, come i pomodori, dovranno essere tenute su da delle strutture di sostegno, così come i cetrioli, ma le melanzane e i peperoni rimangono di dimensioni ridotte e quindi non servono supporti.

Provare per credere, fare un orto in balcone è molto più facile di quello che possa sembrare, e c’è solo da guadagnarci, anche in buonumore.

Back to top button
Privacy