Sustainability Life

In pochissimi conoscono il ‘metodo’ giapponese: solo così il wc profumerà per giorni interi

Pochissime persone utilizzano il metodo giapponese per profumare il proprio wc: in Giappone hanno eliminato definitivamente i cattivi odori.


Una delle stanze da igienizzare e da profumare maggiormente è senza dubbio la stanza da bagno, chiamata anche toilette. Quest’ultima ha ovviamente bisogno di una cura più attenta e scrupolosa, per prevenire la diffusione di batteri e di cattivi odori. Com’erano allora i bagni del passato?

Nell’antica Roma, ad esempio, c’erano le famose latrine pubbliche, le quali erano collocate accanto agli anfiteatri o alle terme. All’interno di questi antichi bagni c’erano dei sedili in marmo, ognuno dei quali aveva un foro centrale. Tuttavia, per migliorare l’igiene i romani collocavano nelle latrine un canale, all’interno del quale scorreva continuamente l’acqua per eliminare la sporcizia e i cattivi odori. I giapponesi, invece, hanno creato un metodo rivoluzionario.

Il metodo giapponese per profumare i bagni

Uno dei problemi più comuni da affrontare in casa è il cattivo odore della stanza da bagno. Non c’è ovviamente una regola precisa da seguire per profumare la toilette, infatti ognuno sceglie la propria strada da seguire. Alcuni inseriscono delle piante profumate, come ad esempio la lavanda, il gelsomino o l’eucalipto. Altri invece optano per un deodorante da applicare sulla parete o per delle candele profumate. Insomma, tutti possono sbizzarrirsi con le idee e con la propria fantasia. Tuttavia, i giapponesi hanno creato un metodo infallibile per profumare il bagno in modo duraturo.

metodo giapponese bagno profumato
Con questo metodo il bagno sarà sempre profumato – biopianeta.it

In altre parole, con un semplice rotolo di carta igienica riescono a generare un profumo piacevole, capace di rimanere nell’aria per molti giorni. Come ci sono riusciti? Innanzitutto, utilizzano degli ingredienti naturali e convenienti: carta igienica e un olio essenziale. Quest’ultimo è una sostanza che contiene un estratto di piante aromatiche, la cui estrazione avviene mediante la distillazione o la spremitura a freddo. Il piacevole odore arriva quindi dai composti volatili sprigionati dall’olio essenziale. Pertanto, il primo passo da compiere per realizzare il deodorante fatto in casa, è quello di versare qualche goccia di olio essenziale sul rotolo di carta igienica.

Più specificatamente, le gocce andrebbero versate sul cartoncino del rotolo di carta igienica. Dopodiché, la sostanza profumata inizierà a disperdersi nell’aria e a profumare il bagno. In commercio ci sono ovviamente tantissimi oli essenziali con profumi differenti: è infatti possibile acquistare oli alla lavanda, all’eucalipto o persino alla menta. Va inoltre ricordato che il profumo che aleggia nell’aria dura nel tempo, perciò c’è un’alta probabilità che rimanga anche quando finisce la carta igienica. 

Back to top button
Privacy