Chicza, finalmente un chewing gum biodegradabile ed ecosostenibile

Anche sul mercato italiano finalmente disponibile Chicza, dalla Foresta Pluviale il chewing gum amico dell’ambiente, biodegradabile ed ecosostenibile

 

Quante volte vi è capitato di passeggiare in strada e di pestare un chewing gum? Quella di gettare a terra le gomme da masticare una volta che si è stufi di averle in bocca è un uso tristemente diffuso tra giovanissimi e non. Non è raro trovarle anche attaccate malamente ai banchi di scuole o università, o sotto i tavoli delle biblioteche. Un brutto vizio che contribuisce al degrado delle nostre città – del quale, spesso, queste stesse persone si lamentano – che oltre a provocare disagi a chi vi si imbatte suo malgrado, ha un elevato impatto ambientale. In attesa che si diffonda un maggiore senso civico, una soluzione arriva dalla Foresta Pluviale con Chicza, il chewing gum biodegradabile ed ecosostenibile.

--pubblicità--

Chicza, finalmente un chewing gum biodegradabile ed ecosostenibile

Tra gli ingredienti delle principali gomme da masticare oggi in commercio, oltre ad aromi e cere, sono presenti anche prodotti derivati dal petrolio, come butadiene, butilidrossianisiolo (BHA), polivinil acetato e aspartame. Oltre ad essere ingredienti considerati tossici per la nostra salute, si tratta di sostanze il cui smaltimento è piuttosto lungo e complesso. Se lasciate alle intemperie nell’ambiente, le gomme da masticare non saranno attaccate né da muffe, né da batteri, restii a cibarsi di un simile alimento, ed impiegheranno circa 5 anni per degradarsi.

Al contrario, Chicza è una gomma completamente biodegradabile, realizzata utilizzando solo la gomma naturale dell’albero di Manilkara, il chicle, tipico foreste tropicali nello Yucatan, Messico. Il processo estrattivo del chicle è totalmente eco-friendly. L’albero viene inciso ogni 5 – 6 anni, e da questa incisione di ricavano dai 3 ai 5 Kg di resina, utile per la produzione delle gomme. Dopo l’operazione, la pianta sarà lasciata riposare per non alterarne l’equilibrio vitale. La sostanza ottenuta viene poi bollita e miscelata con lo sciroppo d’agave, dolcificante naturale a basso indice glicemico. A differenza delle altre gomme in commercio, Chicza si degrada in sei settimane, è solubile in acqua e non contiene ingredienti chimici, quindi non si secca, non si attacca alle superfici e può tranquillamente essere mangiato da pesci e uccelli.

Photo Credits: Chicza